Grigioni - Cultura architettonica

alt_title_logo Kantonsbibliothek Graubünden
Chantun Grischun
Cantone dei Grigioni
Chiese barocche
indietro alla lista

Katholische Kirche S. Rocco

6562 Soazza
Nel nucleo. Edificata nel 1633, le cappelle laterali forse nel 1656. Rinnovata nel 1937; restauro parziale dell’interno 1984-86.

Costruzione longitudinale barocca con coro rettangolare,finestre ad arco ribassato e lunette. Accanto alla facciata, a S, campanile con terminazione ottagonale coronata da un tetto a piramide molto spiovente. Portale del 1937, dello stesso periodo il soffitto a travatura nella navata. Nel corocoperto da volta a crociera, ricchi stucchi, metà XVII sec., attr. alla stessa mano che eseguì quelli della parrocchiale di S. Martino; figure in stucco dei SS. Domenico e Caterina sull’archivolto dell’arco del coro. Altare maggiore in stucco con due colonne e frontone spezzato ad arco ribassato, ailati i SS. Rocco e Sebastiano; nicchia contornatada quadretti con i Misteri del Rosario, è recente la Madonna; tabernacolo in marmo di stile rococò, paliotto in scagliola. Gli altari laterali presentano dipinti incorniciati da stucchi raffiguranti S. Giuseppe e l’Immacolata, sovrastati da grandi medaglioni che narrano la nascita e la morte di Maria, Francesco Antonio Giorgioli, 1686.

Nelle cappelle laterali di forma trapezoidale e voltate abotte: stucchi e sequenze di immagini con storie della vita dei SS. Antonio Eremita e Antonio daPadova (a sin.) come pure di S. Carlo Borromeo (ades.); altari in stucco, 1650 ca., a sin. in una nicchiafigura di S. Antonio Abate, a des. Crocifissionecon S. Francesco e S. Carlo Borromeo; anche qui una piccola edicola (1750 ca.) con statuina della Madonna, verosimilmente copia di un’immagine miracolosa del XIII sec.; paliotti in marmo,1750 ca.; pulpito poligonale con articolazione a paraste,fine XVII sec.; organo di Giuseppe Vedani, 1898. Rinnovata nel 1963.

(Guida d’arte della Svizzera italiana. A cura della Società di storia dell’arte in Svizzera, Bellinzona/Berna 2007)