Grigioni - Cultura architettonica

alt_title_logo Kantonsbibliothek Graubünden
Chantun Grischun
Cantone dei Grigioni
Epoca carolingia
indietro alla lista

Kirche St. Peter* Mistail

Mistail | 7451 Alvaschein
Chiesa carolingia in posizione isolata sopra la gola dell’Albula, eretta intorno all’800, o poco prima, sulle fondazioni di un edificio sacro antecedente. La più antica e meglio conservata delle tipiche chiese retiche ad aula triabsidata.

In origine convento femminile di Wapitinis, citato per la prima volta nel 926, soppresso nel 1154. Scavi del 1968–69 e del 1983–84 hanno evidenziato diverse costruzioni precedenti a nord e a sud dell’odierno impianto, ancora più a nord edifici conventuali e più a sud un sepolcro eretto a monumento (conservato sotto una struttura protettiva). Torre campanaria e sacrestia anteriori alla riconsacrazione del 1397, ossario di datazione incerta. Restauri 1968–79.

Ampia aula conclusa da tre absidi a ferro di cavallo, quella mediana leggermente più larga; nel muro di fondazione di un annesso sul lato nord fu messa in luce nel 1943 una quarta abside. Sul timpano est della navata, sopra i tetti in ardesia delle absidi, sono riconoscibili i resti di un campanile a vela carolingio. Sotto ciascuna calotta absidale si apre una monofora ad arco; altre due sono praticate in alto nelle pareti sud e ovest. A occidente, accanto alla torre campanaria non articolata, portale barocco ad arco al posto di quello carolingio; nel fianco nord una porta a tutto sesto. Soffitto piano barocco a listelli datato 1640, fissato alle capriate mediante ancoraggi intagliati. Nelle absidi tre altari a blocco carolingi in muratura.

Importanti pitture murali in quattro strati:

1. Delle pitture carolinge, affini agli affreschi di Müstair, si conservano solo alcuni resti sulle pareti della navata e nell’abside meridionale.

2. Affreschi gotici di carattere norditaliano del cosiddetto Maestro di Mistail, risalenti al 1400/10 ca., uno dei pochi esempi rimasti del gotico internazionale in Svizzera: nell’abside mediana Cristo benedicente attorniato da quattro angeli con leggii (= evangelisti) e dai simboli degli evangelisti; sotto, nel primo registro gli apostoli, nel secondo san Giorgio e il drago, un santo cavaliere (probabilmente. Giorgio da giovane) e l’Epifania; alla parete nord un’immagine monumentale di san Cristoforo.

3. Sulla parete nord pitture arcaicizzanti del 1397 ca. quasi certamente di un artista locale: san Gallo, Pietro che consacra una chiesa e un cosiddetto Cristo festivo.

4. Frammenti di pitture barocche del XVII secolo sulle pareti frontali dell’abside mediana.

(Kunstführer durch Graubünden, ed. Società di storia dell’arte in Svizzera, Zurigo 2008)

Bibliografia

St. Peter Mistail GR, Schweizerische Kunstführer GSK, no. 254, Berna 1979.